Achilleion

Achilleion

Corfù è un’isola ricca di storia che offre moltissimo anche a chi non desidera una vacanza di solo mare.

Vale sicuramente una visita l’Achilleion (in greco Αχίλλειο o Αχίλλειον), palazzo fatto costruire nel 1890 dall’Imperatrice Elisabetta d’Austria su suggerimento del console austriaco Alexander von Watzberg. La residenza estiva dell’imperatrice Sissi sorge nella regione di Gastouri (Γαστούρι), attualmente municipalità di Achilleion, a circa dieci chilometri a sud della città di Corfù. Il palazzo fu progettato dall’architetto napoletano Raffaele Caritto ed ha come tema centrale la figura dell’eroe mitologico Achille. Corfù fu il luogo di vacanza preferito da Elisabetta, che qui fece costruire il suo palazzo, incantata dalla cultura Greca. Le terrazze di questa magnifica residenza offrono al visitatore una straordinaria veduta panoramica di Corfù Town, a nord, e dell’intera parte meridionale dell’isola. Il palazzo fu poi acquistato da Guglielmo II di Germania che soleva recarvisi ogni primavera fino al 1914. Durante la prima guerra mondiale fu occupato dalle truppe francesi e serbe, che ne fecero un ospedale. Alla firma del Trattato di Versailles il palazzo fu acquisito dallo Stato greco a titolo di riparazione di guerra. Durante la seconda guerra mondiale fu di nuovo occupato dalle truppe dell’Asse; tornato poi alla Grecia con la liberazione, fu affittato ad una società (ancora tedesca), che tra il 1962 e il 1992 ne fece il primo casinò greco del dopoguerra, mentre il pianterreno veniva adibito a museo dedicato ai suoi antichi imperiali proprietari. Oggi la residenza accoglie sporadicamente vertici europei, come la firma del Trattato di Corfù nel 1994, ma è utilizzato soprattutto come museo.