Monte Pantokrator

Monte Pantokrator

L’isola di Corfù è famosa per le sue coste panoramiche e le sue spiagge, incorniciate dal verde brillante di una terra generosa. Ma quest’isola offre molto altro. Tra i nostri suggerimenti un imperdibile luogo dell’entroterra, ricco di storia e di panorami mozzafiato: il monte Pantokrator.

Si tratta della vetta più alta dell’isola, con i suoi quasi 1000 metri, le sue pinete e i suoi prati verdissimi, viva testimonianza della ricchezza naturale di Corfù. I suoi sentieri son ben curati e segnalati e attraversano una serie di villaggi caratteristici. Le passeggiate tra i villaggi di Spartilas e Strynilas hanno il respiro della tradizione, raccontano dei ritmi lenti di una vita di campagna tutt’altro che dimenticata. D’obbligo risalire i pendii sino alla vetta, dove sorge il Monastero dell’Onnipotente, un piccolo ma bellissimo convento fondato nei primi anni del 14° secolo e ricostruito nel 19° secolo, attualmente abitato da due monaci. Da qui, il punto più alto dell’isola, si potrà godere di una vista a 360 gradi di tutta Corfù e della costa albanese,uno spettacolo davvero imperdibile.

I visitatori un tempo dovevano camminare molto per raggiungere la cima della montagna, ma adesso c’è anche una buona strada asfaltata.  Si tratta di una meravigliosa gita in auto o moto. Il punto di partenza si trova a metà strada tra Ipsos e la spiaggia di Barbati, lungo la costa nord-orientale di Corfù. L’itinerario attraversa Spartilas, un paesino medievale con una bella vista sulle spiagge orientali, e prosegue a Strinilas, uno degli abitati più elevati dell’isola. Un percorso alternativo parte dal villaggio nord-occidentale di Sidari e attraversa alcuni paesi rurali di montagna, tra cui Lafki e Petaleia. Una buona idea può essere quella di salire da una strada e discendere a valle seguendo l’altra. Se decidete di cimentarvi con una salita a piedi lungo le pendici della montagna, potete partire dal villaggio di Vecchia Perithia, risalente al XIV secolo, sul lato settentrionale. Il percorso di andata e ritorno fa parte del Corfu Trail, una serie di sentieri che attraversano l’isola. Per percorrerlo sono necessarie circa 3 ore attraverso foreste rigogliose, oliveti e terreno roccioso.

La montagna e l’area circostante possono essere visitate tutto l’anno, ma i mesi di aprile e maggio, quando i fiori sono in piena fioritura, sono i periodi migliori per una gita. I sentieri sono ricchi di orchidee di ogni tipo e si possono vedere molte altre piante che sbocciano in primavera. Qui potrete avvistare anche i falchi pellegrini, ma anche altri rapaci come poiane e gheppi.